Scelta del partner: come ne siamo condizionati?

La scelta del nostro partner potrebbe essere condizionata dall’imprinting materno e da come siamo cresciuti? Chiaramente si, andiamo a vedere di che si tratta.

Amore: dall’infanzia all’età adulta

Abbiamo parlato in un altro articolo di come il bambino nel primo anno di vita sviluppi un legame forte di riferimento-attaccamento alla madre o a chi ne fa le veci. Amore e rassicurazione stanno alla base di una crescita equilibrata e sicura, ma cosa accade se questo legame è distorto? Se la madre non è presente in maniera adeguata o, peggio ancora, troppo invasiva o assente?

Relazioni e stili di attaccamento

Il legame di attaccamento è stato studiato in profondità dallo psicologo John Bowlby. Intorno all’ottavo mese il neonato riconosce e si attacca principalmente alla madre o persona accudente e disconosce estranei che vede come potenzialmente pericolosi.

Sono tre gli stili di attaccamento (di base):

  1. stile sicuro
  2. stile ansioso-ambivalente
  3. stile insicuro-evitante

Gli esperti dicono che da adulti, all’interno delle relazioni, replichiamo il modo in cui siamo stati amati da piccoli. Se lo stile sicuro ci parla di una madre presente e attenta, lo stile ambivalente ci consegna una madre che alterna presenza e assenza senza dare certezze; nello stile evitante la madre è pressoché assente e il bambino cresce in totale distacco affettivo da lei.

Ansia e distanza

Nell’attaccamento ansioso-ambivalente il soggetto tende ad essere costantemente “in ansia” nella relazione amorosa, dubbioso e poco fiducioso del partner. Da qui frequenti discussioni per possesso e gelosia.

I bambini cresciuti con attaccamento insicuro-evitante, invece, sono gli adulti “distanzianti” e spesso anaffettivi.  Faticheranno a creare delle relazioni amorose perché da piccoli non hanno sperimentato l’amore nei loro confronti. Sono persone che, una volta adulte, si troveranno spesso molto impegnate in carriera e lavoro in maniera del tutto autonoma e indipendente. Fuggono dalle relazioni. Hanno avuto una madre rifiutante e per questo tenderanno a non lasciarsi coinvolgere emotivamente per evitare delusioni e rifiuti anche nell’età adulta.



Psicologa Psicoterapeuta Milano

Dott.ssa Daniela Grazioli

Il mio studio si trova a Milano in Via Ximenes, 1
Tel. 02 66 84 253 – Cell. 348 31 57 841

Visualizza la mappa

Email: dg@psicoterapeutico.com