Tit Tok: anche tu parli .. in corsivo?

Abbiamo già parlato diverse volte di disturbi comportamentali in termini di compulsione da gioco d’azzardo, comportamenti che creano vere e proprie dipendenze.

Purtroppo la tecnologia, utile per molti aspetti della nostra attuale vita, crea anche terreno fertile per nuove forme di dipendenza. Basti pensare a tutte quelle forme di gioco d’azzardo, come ad esempio il poker online, che dalla realtà dei bar e delle sale da gioco, è ormai spostata anche molto nella vita virtuale.

Sono moltissime quelle persone che, magari anche con identità fittizie, si accingono a passare le loro ore quotidiane su apposite app di:

Annoverate tra le app di svago/intrattenimento, sicuramente la più utilizzata di recente è la famosissima Tik Tok.

Si tratta di un app estremamente versatile, partita come social network adesso è utilizzatissima anche da veri  e propri professionisti. Dai tik tok (è così che vengono chiamati i mini video realizzati e pubblicati) di personaggi famosi come cantanti e vip vari, si arriva anche, e soprattutto, alla gente comune che pubblica stralci di vita reale.

Ma in tutto questo cosa c’entrano le forme di dipendenza? Si stima che un’altissima percentuale di fruitori di quest’app (come di altre app similari) non riesca a limitarne l’utilizzo. Una volta eseguito l’accesso all’app, a detta di molti utenti, è difficile staccarsene.

Questo perché accade?

Si crede sia  probabile che il continuo scorrere dei cosiddetti reels (15 secondi di video) da utenti sempre differenti, intervallati anche dalle dirette degli stessi, crei appunto dipendenza. Proprio perché “uno tira l’altro” come succede nel disturbo ossessivo compulsivo che sta infatti anche alla base della ludopatia. Terminato di vederne uno, il cervello vuole vedere il seguente (compulsione) come accade nei cervelli di chi soffre di ossessioni seguite da compulsioni.

Stare al balcone ad osservare i nostri simili non da più gusto?

Evidentemente, fuori dall’ironia, è probabile che- insito nella natura umana- ci sia la morbosa curiosità di farsi i fatti degli altri, e questa è senza dubbio una componente di attrazione date da questo genere di applicazioni. Una seconda componente è il lancio di nuove mode, come titolano infatti varie testate, quella più attuale è la “moda” di parlare in corsivo. Si tratta di un fenomeno partito come sketch ironico, che ultimamente .. spopola nel mondo virtuale.

 

 



Psicologa Psicoterapeuta Milano

Dott.ssa Daniela Grazioli

Il mio studio si trova a Milano in Via Ximenes, 1
Tel. 02 66 84 253 – Cell. 348 31 57 841

Visualizza la mappa

Email: dg@psicoterapeutico.com