Coronavirus: uno shock che ci ha fatto crescere?

Ascoltando alcuni reportage di radio e televisioni viene spesso da chiedersi se le persone, dopo i mesi importanti della pandemia, siano cambiate oppure no. Durante le interviste che quotidianamente vengono trasmesse, le domande poste ai passanti vertono sul solito fulcro, ovvero: “la gente è migliorata?”. Escludendo molte risposte di persone fermamente convinte che la gente sia la stessa se non addirittura peggiorata, poniamo l’attenzione sui presunti “miglioramenti” personali.

Siamo migliorati: in cosa?

Come si evince dall’ascolto delle risposte forse qualcosa dentro le persone è cambiato, sia esso:

il sentimento

il carattere

il soggettivo di ciascuno

Siamo abituati a notare molto velocemente i risvolti negativi di una data vicenda ma quando è in atto un cambiamento epocale come quello che la nostra società sta vivendo ora, non possiamo non soffermarci anche sulla crescita che ne deriva a livello collettivo.

 

La frase che spesso si sente ripetere, soprattutto dalle nuove generazioni è :”alcune cose non le diamo più per scontate come prima, come i rapporti all’interno della famiglia o la ricchezza dell’amicizia“. Ma c’è anche un aspetto forse più sociologico sul quale vorremmo soffermarci: alcune persone sono riuscite in questo tempo che il Covid ha messo in stand by a guardarsi dentro, cercando di capire qualcosa di sé. Non sono rare infatti le persone che in questi ultimi mesi hanno deciso di cambiare vita. Il tempo messo forzatamente a disposizione, in qualche modo sospeso, è riuscito in alcuni casi a ribaltare le prospettive e le priorità di molti. Questo momento è il contesto ideale per iniziare davvero dei percorsi di crescita interiore a partire dalle domande più semplici:

  • chi sono?
  • cosa voglio davvero dalla vita?

Questo è per molti l’inizio di un percorso che, per dirla con Nietzsche, potrebbe eliminare il superfluo fino all’arrivo verso la propria essenza e farci camminare su una strada che è davvero la nostra, ma: come riconoscerla?

Come capire qual è davvero il nostro desiderio

Se ti interessa l’argomento, seguici nei prossimi articoli.



Psicologa Psicoterapeuta Milano

Dott.ssa Daniela Grazioli

Il mio studio si trova a Milano in Via Ximenes, 1
Tel. 02 66 84 253 – Cell. 348 31 57 841

Visualizza la mappa

Email: dg@psicoterapeutico.com