Domande e Risposte

Hai una domanda? Compila il form. Ti risponderò personalmente. Clicca qui

Alex
Gentile Dott.ssa Grazioli, sono la stessa alex che le scrisse in passato. Seguendo il suo consiglio , ho contattato la mia psicoterapeuta qualche mese dopo, il timore di non ottenere il colloquio era infondato:infatti ci siamo riviste ( due volte nel giro di dieci mesi) con risultato eccellente.La mia psicoterapeuta non si è smentita, mi ha trattato con il garbo di sempre.La domanda che le rivolgo é la seguente : una persona che torna in maniera sporadica in seduta, pur non avendo problemi, deve considerarsi ancora una “paziente”?? in altre parole : secondo lei la mia psicoterapeuta mi considera ancora una paziente??

RISPOSTA DELLA DOTT.SSA GRAZIOLI
Cara Alex, non posso sapere come ti considera la tua psicoterapeuta, di certo il vostro è un rapportai grande affetto, ma tutt’ora dispari, diseguale, non fosse altro perché lei sa tutto di te e tu quasi niente di lei.Solo il tempo ti dirà in quali modi e quale forma prenderà la vostra relazione.


Nadia
Gentile Dott.ssa Grazioli. Grazie ad un percorso psicanalitico, terminato a luglio, sono “rinata”.L’unico grande problema : muoio dalla voglia di rivedere la mia psico.Devo tornarci?

RISPOSTA DELLA DOTT.SSA GRAZIOLI
Cara Nadia, credo proprio che la tua psico sarà felicissima di sapere che una sua ex paziente “rinata” ha tanta voglia di andare a salutarla, perciò telefonale o scrivile.


Angela
Gentile dottoressa , mi chiamo angela e non riesco a pensare a certi giorni e certe date siano sfortunate ee che in quei giorni mi devano capitare delle cose cattive.Cosi mi chiudo in casa e delle volte nemmeno mi muovo.Non so più cosa fare, mi consigli per favore

RISPOSTA DELLA DOTT.SSA GRAZIOLI
Cara Angela, come scrive Stephen King:”Io ormai sono grande, adulto, sono un padre di famiglia, e uno scrittore che produce opere di pura fantasia.Io so che non c’è nulla sotto il letto, nulla dentro l’armadio o in cima alle scale buie, lo so.Ma non mi metterò mai a letto senza aver prima acceso la luce e guardato sotto il letto o dentro l’armadio”.Come vede non è in cattiva compagnia:ciascuno di noi ha delle piccole manie scaramantiche, chi sfrega il cornetto prima di un affare, chi legge l’oroscopo e poi decide cosa fare, chi prima di una gara ripropone un rito propiziatorio che crede lo porti alla vittoria.Il pensiero magico fa parte di noi, in grande misura quando siamo bambini, molto meno, si spera quando siamo adulti.In genere c’è qualcosa che abbiamo paura vada male e usiamo il pensiero magico per scongiurarlo.Questo infantile e primitivo modo di pensare deve restare confinato in tale piccolo spazio, se deborda e ci invade la vita, come sembra stia capitando a lei, c’è dell’altro e bisogna scoprirlo e affrontarlo.Per esempio lei pensa di essere libera di fare ciò che deve e vuole solo in certi giorni , in altre parole solo in certi giorni si sente padrona della sua vita, nei giorni “noӏ qualcun altro che decide che cosa le deve capitare e lei assolutamente impotente.E se i giorni “no”aumentano , la sua vita si restringerà ancora??



Psicologa Psicoterapeuta Milano

Dott.ssa Daniela Grazioli

Il mio studio si trova a Milano in Via Ximenes, 1
Tel. 02 66 84 253 – Cell. 348 31 57 841

Visualizza la mappa

Email: dg@psicoterapeutico.com