Chi sono le persone passivo-aggressive?

Se parliamo di comportamenti passivo-aggressivi dobbiamo ancora una volta parlare di narcisismo. Molti di noi hanno avuto a che fare con persone che si mostrano gentili e premurose ma che a volte nascondono comportamenti inaspettati. Andiamo a vedere chi sono le persone passivo-aggressive e come comportarsi in loro presenza.

 

I narcisisti ce li ritroviamo un po’ ovunque: tra le amicizie, nelle relazioni amorose, nei matrimoni e purtroppo anche in famiglia; siamo abituati a vedere il narcisista classico come colui/colei totalmente privo di empatia, egoista, sentimentalmente disastroso; ma vi è un altro tipo di narcisismo, forse più celato, sicuramente più difficile da individuare.

Narcisismo: differenze tra covert e overt

Partendo dal presupposto che l’argomento in questione è molto complesso, appositamente qui sviscerato in più articoli, proveremo a sintetizzare il più possibile concentrandoci su alcuni temi chiave. Il narcisista overt normalmente si presenta così:

  • elevata autostima (spesso però solo apparente)
  • intolleranza alle critiche
  • egocentrismo
  • vanità
  • bisogno smisurato di attirare l’attenzione

Va da se che nelle relazioni interpersonali spesso questi soggetti sono palesemente fastidiosi ma, in alcuni casi, sono invece molto affascinanti e goliardici. Sia nelle amicizie che nei rapporti amorosi queste persone sono sovente l’anima delle feste! A dirla tutta però questi individui l’anima spesso … non ce l’hanno! La mancanza di empatia rispetto ai bisogni dell’altro li rende persone vuote, egocentriche e spesso arroganti.

Chi è invece il narcisista covert?

Nel narcisista covert il narcisismo appare come “ritirato”, nascosto. Sembra equilibrato e gentile ad un primo approccio, ma nasconde “demoni” se si va in profondità. Egli tende ad osservare per poi giudicare e a stare in  silenzio ad ascoltare (ascolto superficiale e mosso da altri fini) piuttosto che a parlare, si espone pochissimo ma rimugina e giudica attraverso critiche mosse alle spalle del malcapitato.

Il narcisista covert nelle relazioni non è sincero. Normalmente tende a muoversi sulla base di rimorsi e sensi di colpa, o peggio in maniera manipolativa quando sente di dover riempire il suo personale vuoto interiore. Inoltre attua meccanismi di difesa per evitare il contatto sociale dato che, di fondo, esiste in lui un forte senso di inadeguatezza. Un esempio possono essere inviti immediatamente ritirati o inviti che inevitabilmente, per cause esterne, presuppongono una risposta negativa dell’altro. Lui/lei si “salva la coscienza” in apparenza ma sa perfettamente che l’invito non è ne reale ne sincero.

Atteggiamenti passivo-aggressivi

La caratteristica di base in questi casi è un atteggiamento passivo-aggressivo. L’individuo appare apparentemente tranquillo e passivo ma cela questa caratteristica predominante che si declina in:

  • scarico di responsabilità
  • far sentire in colpa altri
  • essere evitante nelle discussioni o nei litigi (ritiro)
  • ritardare appositamente agli appuntamenti
  • attuare celati comportamenti manipolatori atti alla provocazione o addirittura alla punizione dell’altro
  • inadempienza generale

E’ corretto sottolineare che un atteggiamento passivo-aggressivo può essere anche presente in persone non affette da narcisismo patologico, mentre invece nel narcisista covert questo atteggiamento è il tratto predominante della sua personalità.

 

segue



Psicologa Psicoterapeuta Milano

Dott.ssa Daniela Grazioli

Il mio studio si trova a Milano in Via Ximenes, 1
Tel. 02 66 84 253 – Cell. 348 31 57 841

Visualizza la mappa

Email: dg@psicoterapeutico.com